L’Agri Montana del 2021 si trasforma ancora una volta e attende il 2022 per il ritorno alla gioiosa normalità. Niente stand in piazza e in programma escursioni e visite guidate alla scoperta di Palazzolo.


Dopo la manifestazione d’interesse per gli stand – spiega l’assessore al turismo Aiello – abbiamo preso atto dell’impossibilità di realizzare un evento che non “snaturi” il format per cui nasce l’agrimontana e allo stesso tempo garantisca l’osservanza di norme anti-contagio e di sicurezza continuamente in evoluzione. Anche per quest’anno, nonostante i buoni propositi, con le numerose incertezze legate al covid che si presentano quasi giornalmente, preferiamo non creare situazioni che andrebbero a intralciare poi il mese di dicembre, per cui abbiamo previsto varie iniziative natalizie. Ma anche il lavoro delle attività. Restano confermate le escursioni per il paese, quelle naturalistiche e gli appuntamenti culturali. Chi arriva d’altronde, come ogni weekend, potrà andare nei tantissimi ristoranti e attività gastronomiche che presentano menù con i prodotti tipici del territorio.
Per sabato 27 resta confermata, nella Sala Verde Palazzo di città, la presentazione del volume Val di Noto. Il mancato disastro di Vendicari e Marzamemi. Un libro di Corrado Bonfanti, già sindaco di Noto e del giornalista Salvo Sorbello pubblicato da Armando Siciliano. Per partecipare sarà necessario esibire green pass ed è previsto il contingentamento dei posti.
Confermate le escursioni di domenica 28 alla scoperta del paese:
Per tutto il giorno villa comunale aperta, con le sculture antropomorfe di Masciarò. Da Siracusa a Palazzolo, escursioni con Ente Fauna e Marco Mastriani, ai ddieri di Bauly e al borgo medievale. ( info e prenotazioni al 3479585052)
Confermata anche la passeggiata barocca alle 9.30 – 11.30 – 15.00, alla scoperta di uno dei borghi più belli d’Italia in compagnia dei volontari del servizio civile dell’Unpli – Pro-loco d’Italia. Raduno previsto nella chiesa dell’Immacolata a piano acre (Info al 3771576698 – 3203787502).
Attendiamo periodi migliori per tornare a vivere le piazze come sappiamo fare noi.
Ass.Turismo Maurizio Aiello

EnglishFrenchItalian