Top

Bellezza, arte, Palazzolo. Heritage Experience incontra Davide Bramante, artista e curatore riconosciuto a livello internazionale. Davide nel borgo Ibleo ha deciso di aprire un suo spazio “San Sebastiano Contemporary”.  Un luogo dedicato all’arte contemporanea, che come ci racconta punta a diventare un punto di riferimento nel panorama dell’arte mondiale.

Uno spazio dedicato alle arti contemporanee a Palazzolo. Come nasce l’idea di fare Casa Bramante / San Sebastiano Contemporary qui, come ti hanno accolto i suoi abitanti?

In primis perché da sempre amo questo borgo, poi anche perché pochi sanno che Palazzolo Acreide è amata e frequentata da sempre, dai più importanti protagonisti internazionali delle arti contemporanee. Sono stato accolto molto bene, i giovani e tutti quelli più avveduti sanno che le culture contemporanee sono il futuro e la giusta evoluzione se si vuol restare al passo con i tempi.

L’arte contemporanea e il barocco di Palazzolo. Sono due bellezze che possono dialogare?

La contemporaneità da sempre valorizza la storia raccontandola con “occhi e nuove prospettive”. Le arti tutte, dialogano sempre, (quindi non soltanto il Barocco e le ultime tendenze) spesso offrono i giusti spunti e possibilità di arricchimento culturale per l’intera comunità. Le arti fortificano, luoghi, amicizie e storie, rendendole ricche e forti.

Come vedi Casa Bramante / San Sebastiano Contemporary tr< quache anno?

Con molti dei miei nuovi concittadini, abbiamo iniziato a dialogare, collaborare a progetti che vedranno non solo Casa Bramante, ma tutta la comunità protagonista. Il primo progetto di comunità per il borgo si chiamerà Palazzolo Ospitale e sarà una sorta di Museo Diffuso temporaneo. Da fine maggio a settembre circa 20 opere degli artisti siciliani più rappresentativi del mondo dell’arte, si mostreranno dentro le case, le attività commerciali e tutti i luoghi deputati alla cultura che abbiamo a Palazzolo Acreide, contiamo anno per anno di arricchire questa manifestazione fino a farla diventare uno dei musei diffusi più importanti al mondo.

Davide Bramante ha lavorato e vissuto a Torino, Roma, Bologna, Milano, Londra e New York. Dopo la laurea all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino (1995), inizia a viaggiare tra l’Italia e gli Stati Uniti. Nel 1998 e nel 1999 vince due borse di studio presso la prestigiosa Franklin Fournace Foundation e partecipa a una mostra collettiva al MOMA di New York.

Dal 1991 sperimenta vari linguaggi: video (dal 1992 al 1995 con il Gruppo ANDA ha realizzato videoinstallazioni interattive e più di 20 opere video); installazioni materiche; installazioni ambientali come l’Isola dei Pirati, realizzata in una notte per le calle di Venezia con 2000 bandiere dei pirati. 

Ha realizzato oltre settanta mostre tra personali e collettive ospitate nei musei, fondazioni e gallerie di tutto il mondo, tra cui Galleria di Arte Moderna di Sarajevo (1998), Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia (1999), Palazzo delle Esposizioni di Roma (2001), GAM di Bologna (2001), Palazzo delle Papesse di Siena (2003), KunstHaus Tacheles di Berlino (2005), Palazzo della Permanente di Milano (2006), Palazzo Re Enzo di Bologna (2009), PAN di Napoli (2012), Schauwerk Foundation di Sindelfingen (2013), Museo di Trastevere a Roma, (2014) Bongsan Cultural Center in Busan/Korea (2014).

Nel 2018 è vincitore Canova Prize (Art Business).

Ha partecipato a numerose fiere tra cui Art Basel, Art Cologne, Artissima, MiArt, ARCO, FIAC, Palm Beach 3, Paris Photo, MIA&D Fair Singapore. Le sue opere sono presenti in importanti collezioni pubbliche e private, tra cui GAM di Torino, Galleria d’Arte Moderna di Palermo, Castello Sforzesco di Vigevano, Schauwerk Foundation, Unicredit, Credem.

Oggi Davide Bramante è riconosciuto a livello internazionale per le sue foto di grande formato che ritraggono le città metropolitane di tutto il mondo, realizzate con la tecnica analogica della esposizione multipla in fase di ripresa, risultato di più scatti – da quattro a nove – sullo stesso fotogramma.

Da sempre l’artista cerca di far convivere all’interno del suo lavoro le tre cose che ama di più: l’arte, la fotografia e il viaggio. 

Vive e lavora a Siracusa. 

EnglishFrenchItalian
You don't have permission to register